Isabella

 

Il mio nome è Isabella sono di Giovinazzo (Ba) e ho poco meno di 40 anni e sono circa 18 anni che frequento la chiesa cristiana evangelica A.D.I. di Giovinazzo (Ba) in via Napoli 10. 

Sono nata in una famiglia di religione cattolica e sin da bambina mi piaceva ascoltare la storia di Gesù; mentre crescevo cominciavo a farmi domande su Gesù: perché era venuto sulla terra e poi è morto in croce, perché nella bibbia è scritto non avere altro dio fuori di me, perché la religione di famiglia cercava l’aiuto e l’intervento di altri intermediari. ecc… Desideravo qualcuno che mi parlasse veramente di Gesù e della Sua opera. 

Ho vissuto una adolescenza tranquilla, spensierata ero soddisfatta: il mio primo lavoro, i tanti amici di comitiva, un po’ di soldi, la mia piccola auto, qualche divertimento.
Un giorno arrivò una grande prova: un amico a cui ci tenevo molto e volevo bene, morì in un incidente stradale.
Da quel giorno la mia vita cambiò; iniziai ad avere paura e a vivere di paure e stati di ansia sempre più gravi: non dormivo più, avevo paura dei luoghi chiusi, di restare da sola in casa e un pensiero piano piano mi occupò la mente….se quell’incidente fosse capitato a me cosa ne sarebbe stata della mia anima ? dove sarei andata ? sarei stata con Gesù ? 

Cercavo ancora di più qualcuno che mi parlasse di Cristo Gesù; acquistai una bibbia, iniziai a leggerla e a capire, attraverso un salmo, i profeti e gli insegnamenti di Gesù, che non bisognava adorare e prostrarsi davanti a immagini, statue, idoli… ma avere fiducia e fede in Gesù solo.
La paura della morte, gli stati di ansia, le notti insonni, il buio nel mio cuore e nella mia testa: questa era diventata la mia vita; ma …continuavo a chiedermi ….. perché Gesù era venuto sulla terra e a morire in croce?? 

Come ogni anno, raggiunsi mio padre in Germania, e lì ho conosciuto una persona vicina di casa di mio padre che iniziò a parlarmi di Gesù e dell’amore del Signore verso di me; mi ricordai subito che ero alla ricerca di qualcuno che mi parlasse di Gesù e così è stato.
La conoscente mi spiegò in poche parole che Gesù un giorno morì sulla croce perchè ha amato il mondo e amava anche me affinchè anche io potessi essere salvata e stare per sempre con Lui; dovevo solo credere in Lui e accettarLo per fede nella mia vita.
Tornai a Giovinazzo e feci un’altra richiesta al Signore: volevo conoscere proprio a Giovinazzo qualcuno che mi parlasse del Signore Gesù e della Sua opera; anche questa volta il Signore mi rispose; infatti dopo un po’ di tempo un mio caro cugino si era convertito all’evangelo e mi parlò del Signore Gesù morto sì, ma risorto e quindi vivente in spirito e verità. Fui invitata a visitare la chiesa evangelica di via Napoli 10 e a frequentare le riunioni che si tenevano, insomma a provare la bontà del Signore attraverso la Sua parola.
E così come mi fu consigliato, iniziai a frequentare la chiesa evangelica e ad ascoltare la Parola di Dio che subito iniziò a compungere il mio cuore.
Giorno dopo giorno incominciai a cercare il Signore con tutto il cuore, iniziai a pregare il Signore, ad accostarmi a Lui con fede a confidare solo in Lui. 

Mi sentivo diversa, finalmente dal mio cuore uscivano tutte le paure e gli stati di ansia che avevo, mentre entrava qualcosa di forte, la pace che non conoscevo più, anzi la pace vera ad opera dello Spirito Santo: finalmente il Signore mi liberò e ritornai a vivere.
Ho compreso il vero motivo per cui Gesù è salito in croce, lo ha fatto per amore anche verso di me, per salvarmi, liberarmi e darmi la vita eterna. 

Nel 1996 ho accettato Gesù nella mia vita attraverso il battesimo nelle acque e sono testimone di tanti Suoi interventi nella mia vita, nella mia famiglia, nei miei 2 bambini. 

In ogni situazione buona e meno buona, la Parola di Dio mi invita a confidare in Lui ed io confido sempre in Lui, prego sempre il mio Signore, che risponde perché è risorto anche per me ed è vivente nella vita di tutti i giorni.
Se anche tu stai affrontando paure, stati di ansia leggeri o gravi come li ho vissuti io, difficoltà di ogni tipo, e se non hai pace con te stesso e con gli altri, posso farti un semplice invito, non di cambiare la religione, ma di sperare solo nel Signore Gesù, di confidare in Lui sempre e in ogni circostanza, perché solo Lui è risorto e quindi solo Lui può salvare, sanare, liberare e curare il tuo cuore ….riempiendolo di pace vera e durevole. 

Il Signore Gesù ti ama.