Cronistoria della chiesa di Giovinazzo

La chiesa cristiana evangelica A.D.I. in Giovinazzo (Ba), breve storia: 

Anno 1949 

Il fratello Bavaro emigrato anni prima in America, nell’anno 1949 ritorna a Giovinazzo e nel visitare i suoi parenti, fra i quali suo cugino, il sig. Scivetti Michele, coglie l’occasione di presentare loro la sua testimonianza di fede basata sulla Parola di Dio e sul Signore Cristo Gesù; dopo se ne ritorna in America per il lavoro. 

Anno 1958 

Dopo nove anni, nell’anno 1958, sempre il fratello Bavaro ritorna a Giovinazzo e riprende a testimoniare ai suoi parenti, sempre del Signore Gesù, in particolare in casa dei suoi nonni, la famiglia Pazienza (Vito e Nannina) e il seme della Parola inizia a produrre i suoi frutti, infatti i coniugi Pazienza accettarono Gesù.
Da quel momento il fratello Marinelli (della comunità evangelica di Bari e che curava anche la comunità di Terlizzi) e il fratello Mancini (da Molfetta) si presero cura di queste prime anime convertite all’Evangelo di Cristo e in seguito di altre anime che piano piano si avvicinavano alla Parola di Dio. 

Anno 1961 

Dal mese di novembre 1961 il fratello Mancini iniziò a curare il gruppo di credenti di Giovinazzo e questo servizio lo svolse per quasi trenta anni. 

Anno 1964 

Nel mese di luglio 1964 i coniugi Panebianco – Sciortino, accettarono il Signore e furono battezzati per immersione nel mare di Giovinazzo, alla presenza di tanti bagnanti, curiosi e cittadini di Giovinazzo.
La testimonianza dell’evangelo si diffondeva in Giovinazzo; le riunioni si tenevano regolarmente in casa delle sorelle; poi il Signore provvide un locale preso in affitto in Piazza Garibaldi di fronte al giardino comunale. 

Con il passare degli anni ci furono diverse evangelizzazioni all’aperto con la collaborazione delle comunità vicine a Giovinazzo.
Dopo diversi anni, il proprietario del locale si riprese l’immobile; questa situazione non ha spento il desiderio della comunità di continuare a riunirsi, ancora una volta nelle case dei credenti. 

Anno 1982 

All’inizio dell’anno 1982, altri membri sia della famiglia Pazienza e sia della famiglia Sciortino, decisero di accettare il Signore e furono battezzate in acqua, testimoniando pubblicamente che il Signore Gesù diventava il loro personale Salvatore.. 

Anno 1995 

Nel mese di Gennaio 1995, si apriva in via Napoli n. 10 il locale di culto; il locale si è potuto realizzare grazie al desiderio del fratello Panebianco che nell’anno 1989 prima che si “addormentava” nel Signore, manifestava tale desiderio alla famiglia (Sciortino Giovanna e la figlia Anna), contribuendo in gran parte all’acquisto dello stesso locale.
Da allora in Giovinazzo, il Signore ha salvato diverse anime e ancora oggi solo e sempre il Signore Gesù, continua a salvare quanti sono raggiunti dalla Parola di Dio.
Nel locale di culto si continua a predicare solo la Parola di Dio e la …Parola fatta carne ….ossia il Signore Cristo Gesù, morto si ….ma …risorto e vivente per sempre …. il Salvatore delle anime e nessun altro, perché il Signore Gesù ….era, è, e sarà …. la via, la verità e la vita eterna per chi crede. 

Dio ti benedica